Karl Wiener

In quale modo la zebra ha ottenuto le sue strisce


 

  
 

        Da quando ci sono le zebre al mondo, la gente disputa se questi splendidi animali a strisce sono cavalli bianchi con strisce nere o cavalli neri con strisce bianche.

 

       Per terminare questa disputa, andai in giro per il mondo e finalmente arrivai in Africa, dove le zebre sono originarie. Incontrai un uomo molto vecchio e molto saggio e domandai a lui di svelarmi il segreto delle zebre. L'uomo era davvero molto vecchio e molto saggio. Lui piegò la testa da un lato all’altro e prese un respiro profondo. Poi cominciò a parlare:

 
       Una volta anche qui in Africa, c’erano solamente cavalli neri e cavalli bianchi. I cavalli bianchi non stimavano i cavalli neri. Li cacciavano dagli abbeveratoi e dai migliori terreni da pascolo. I cavalli neri dovevano fare i lavori duri nei campi, mentre i cavalli bianchi godevano la vita come cavalli da sella.

 
       Qualche volta, anche agli esseri umani vengono idee strane. I bianchi vivevano separati dai neri, nei loro villaggi circondati da steccati fissi, affinché nessun uomo nero arrivasse nel villaggio dei bianchi e, viceversa, nessun uomo bianco si perdesse nel villaggio dei neri. Per distinguere già da lontano quelli che vivevano nei villaggi, la gente bianca verniciava le loro recinzioni di colore bianco e la gente nera tingeva le loro recinzioni di colore nero.


       I cavalli cercano la vicinanza degli uomini. Hanno paura d’essere da soli nella vastità della steppa, pieno di leoni e altri predatori. Nel buio, non possono distinguere il nero dal bianco. Così avveniva di tanto in tanto, che un branco di cavalli bianchi arrivava nelle vicinanze di un villaggio nero e che una mandria di cavalli neri si perdeva in un villaggio bianco.

 

.       Di notte, i cavalli sono stanchi come noi uomini. Per questo si appoggiavano ai recinti per evitare di cadere dal sonno. Ma gli steccati erano sempre dipinti di fresco per paura che il colore, che doveva tenere lontani gli estranei, avrebbe potuto svanire. Gli steccati lasciarono il colore sui mantelli dei cavalli. Da allora in poi, non si possono distinguere i cavalli bianchi dai cavalli neri, perché tutti sono a strisce bianche e nere.
    
  

 

Alle Rechte an diesem Beitrag liegen beim Autoren. Der Beitrag wurde auf e-Stories.org vom Autor eingeschickt Karl Wiener.
Veröffentlicht auf e-Stories.org am 10.08.2011.

 

Leserkommentare (0)


Deine Meinung:

Deine Meinung ist uns und den Autoren wichtig! Diese sollte jedoch sachlich sein und nicht die Autoren persönlich beleidigen. Wir behalten uns das Recht vor diese Einträge zu löschen! Dein Kommentar erscheint öffentlich auf der Homepage - Für private Kommentare sende eine Mail an den Autoren!

Navigation

Vorheriger Titel Nächster Titel


Beschwerde an die Redaktion

Autor: Änderungen kannst Du im Mitgliedsbereich vornehmen!

Mehr aus der Kategorie"Fairy Tales" (Kurzgeschichten)

Weitere Beiträge von Karl Wiener

Hat Dir dieser Beitrag gefallen?
Dann schau Dir doch mal diese Vorschläge an:

La volpe - Karl Wiener (Fairy Tales)
Heaven and Hell - Rainer Tiemann (Humour)