Mauro Montacchiesi

... una gondola alla fonda

 

Io sono

una gondola alla fonda

che allo spuntar dell'alba

si affida alle carezze del mare.

Fluttuo

incatenato alla vita

sognando attimi

che mai più

forse

rivivranno.

Io sono

una disarmonico

rondò veneziano.

Un vulcano marino

arde nel cuore

strinato dai raggi del sole

che nasce

che muore

che nasce.

Il mio cuore

uno flamenco gitano

che trasforma

il dolore

in poesia.

Il mio cuore

ed io

due solitari viandanti

alla ricerca

di nuove stelle

due solitari viandanti

con piaghe d'amore

alla ricerca

di un nuovo universo

di una nuova emozione.

Pianto e solitudine

sono i nostri compagni

e un'illusione

che ci da la forza

di convivere.

Oggi nella deserta laguna

domani nel cielo

nel desiderio

della felicità.

Nei miei occhi

lo scintillio dell'onestà

che spicca il volo

al primo sorriso

dell'alba.

Altro non sono

che un cumulo di sogni

di amari ricordi.
Io sono

un ologramma sperduto

su una cala d'argento

sotto la luna di San Marco.

Tu sei

un ricordo

un firmamento

trapunto d'amore

tu sei

il cuore silente

che ascolta le mie parole.

Tu ed io

due amanti feriti

alla ricerca di un paradiso

alla ricerca

di una nuova canzone d'amore.

Tu

io

conosciamo

il pianto

la solitudine

conosciamo

le carezze

che ci hanno fatto vivere.

Tu

io ...

Dolore

struggimento

malinconia

poco tempo è passato

tutto parla di te

ma non c'è più il tuo sorriso

ad ispirare nuove poesie

nuove parole d'amore.

Vorrei lasciarmi andare

ad un pianto

di liberazione

ma anche questo

il fato mi nega

stasera.

Dolore

struggimento

malinconia

se intorno a me

solo un distratto viandante

mi sbircia

indifferente

anche se

nei miei occhi vede

lo scintillio riflesso

dei tuoi.

Dolore

struggimento

malinconia

... le stelle in delirio per noi

ma poi piangono

perché tu non ci sei

... cerco le tue labbra

e mi dileggia la luna

che pur quante notti

ti ha visto abbracciata a me

... ma stasera

tu non ci sei

... saluto un candido alcione

che spicca il suo volo notturno

beato lui

sulla laguna

... questa laguna era un sogno

quando c'eri tu

... questa laguna è un triste rondò

se tu non ci sei

... Amore

di un sogno a Venezia!

@

@

 

@

 

@

@

@

 
 

Alle Rechte an diesem Beitrag liegen beim Autoren. Der Beitrag wurde auf e-Stories.org vom Autor eingeschickt Mauro Montacchiesi.
Veröffentlicht auf e-Stories.org am 20.06.2013.

 

Leserkommentare (0)


Deine Meinung:

Deine Meinung ist uns und den Autoren wichtig! Diese sollte jedoch sachlich sein und nicht die Autoren persönlich beleidigen. Wir behalten uns das Recht vor diese Einträge zu löschen! Dein Kommentar erscheint öffentlich auf der Homepage - Für private Kommentare sende eine Mail an den Autoren!

Navigation

Vorheriger Titel Nächster Titel


Beschwerde an die Redaktion

Autor: Änderungen kannst Du im Mitgliedsbereich vornehmen!

Mehr aus der Kategorie"Love & Romance" (Gedichte)

Weitere Beiträge von Mauro Montacchiesi

Hat Dir dieser Beitrag gefallen?
Dann schau Dir doch mal diese Vorschläge an:

...della Sostanza Increata - Mauro Montacchiesi (General)
Silent Mood - Inge Hornisch (Love & Romance)
SING NO SONG WITHOUT JOY (mit Uebersetzung) - Gabi Sicklinger (Everyday Life)