Mauro Montacchiesi

... in un Apeiron anassimandreo

Al primo vagir delle stelle

il tormento penetra la quiete

ed intarsia l'anima

con gemme di favola.

Prorompente

repentina

dalle onde del tempo

priva di forza di gravità

affiora

la zavorra della vita

e le mie poesie senza platea

si adagiano

sulle ali

di un'implorazione d'amore.

Sono le Moire

Cloto Lachesi Atropo

che regolano il "filo" della mia vita

Cloto fila la lana

Lachesi avvolge il filo

Atropo lo taglia

determinando così

la mia nascita

la mia vita

la mia morte.

Sono loro

la sinfonia della mia vita

un'armonia imbastita

di figure senza volto

di miriadi di poesie

ferine

anacoretiche

foriere di angosce che pulsano

tra i riverberi

d'un grigio

algido

dicembre.

Non c'è anima che non abbia

un Eliso verso il quale librarsi

ai primi tepori dell'alba

non c'è anima che non abbia

un Eliso verso il quale planare

ai primi sussulti della sera.

Tutti gli amanti

fanno grandi giuramenti

per il futuro

tutti gli amanti

hanno frotte di chimere

che inseguono candidi alcioni.

Il tormento

il terebrante tormento

mi ha imposto l'altare di me stesso

mi sono genuflesso davanti a Dio

davanti all'Umanità

come umile asceta

ed ho sperimentato

la sublimazione dell'Essere.

Ho scandagliato

i meandri della mia quiete

sperando di trovarvi la verità

ma solo ho trovato

diamanti di dolore.

Ed intanto

dal firmamento scendevano

stille di rugiada

ad irrorare

a nutrire

le rose invernali

della mia anima.

Ho persino provato affetto

per le Moire

che hanno cesellato

questo mio percorso terreno

perchè questo non prevedeva

prigioni dorate

che minuto dopo minuto

camuffate

vanamente

seducevano il mio cuore

verso l'opacità d'una luce abbacinante.

La luna ancora dorme

... un vecchio quesito

irrisolto

atrocemente mi tormenta:

perché

a cosa serve

idealmente volare

nel cosmo notturno

in un Apeiron anassimandreo?

*** « Principio degli esseri è l'infinito ...

da dove infatti gli esseri hanno origine,

lì hanno anche la distruzione secondo necessità:

poiché essi pagano l'uno all'altro

la pena e l'espiazione dell'ingiustizia

secondo l'ordine del tempo »

*** (http://it.wikipedia.org/wiki/Anassimandro)

@

@ 

 

Alle Rechte an diesem Beitrag liegen beim Autoren. Der Beitrag wurde auf e-Stories.org vom Autor eingeschickt Mauro Montacchiesi.
Veröffentlicht auf e-Stories.org am 19.06.2013.

 

Leserkommentare (0)


Deine Meinung:

Deine Meinung ist uns und den Autoren wichtig! Diese sollte jedoch sachlich sein und nicht die Autoren persönlich beleidigen. Wir behalten uns das Recht vor diese Einträge zu löschen! Dein Kommentar erscheint öffentlich auf der Homepage - Für private Kommentare sende eine Mail an den Autoren!

Navigation

Vorheriger Titel Nächster Titel


Beschwerde an die Redaktion

Autor: Änderungen kannst Du im Mitgliedsbereich vornehmen!

Mehr aus der Kategorie"Love & Romance" (Gedichte)

Weitere Beiträge von Mauro Montacchiesi

Hat Dir dieser Beitrag gefallen?
Dann schau Dir doch mal diese Vorschläge an:

....come gitana stella comèta - Mauro Montacchiesi (Love & Romance)
Promised man - Jutta Knubel (Love & Romance)
SING NO SONG WITHOUT JOY (mit Uebersetzung) - Gabi Sicklinger (Everyday Life)